//WEEK END FALCADE DOLOMITI 4-5-6 Febbraio

WEEK END FALCADE DOLOMITI 4-5-6 Febbraio

By |2022-02-12T20:29:43+02:00Febbraio 12th, 2022|Gallery|

Il tanto atteso weekend di 3 giorni in Dolomiti si è concluso felicemente.  Dopo questa lunga pausa forzata è stato molto rigenerante tornare in pista.

Venerdì di buon mattino siamo partiti alla volta del Passo San Pellegrino, nel comprensorio delle Tre Valli, per salire con la funivia del Col Margherita che arriva a 2513 m. di altitudine.  Un cielo terso ci faceva ammirare in tutto il loro splendore il gruppo delle Pale di San Martino sulla destra e il gruppo del Monzoni a sinistra.  Ci siamo scatenati con tutta la fame e la voglia di sci per le piste tenute molto bene nonostante la carenza di neve. Dalle nere come la Volata alle rosse e alle azzurre, ci siamo cimentati su tutti i tracciati, scendendo poi a Falcade direttamente con gli sci sulla pista “tour dell’amore” con sosta per un bombardino

C’è anche chi ha preferito camminare dal Passo fino al rifugio Fuchiade, mettendo poi le gambe sotto il tavolo per ricaricarsi dopo la passeggiata.

Arrivati all’ Hotel Arnica a Falcade, prima della cena tipica è stato possibile rilassarsi al centro benessere. E dopo cena torneo di bigliardo.

Il secondo giorno ci siamo spostati ad Alleghe per sciare nel comprensorio del Civetta.  Saliti con    l’ovovia ai Piani di Pezzé, si apriva una spettacolare visione sul Monte Pelmo e sul Civetta. Qui abbiamo visto la nostra promettente Cecilia che a soli 4 anni e mezzo è scesa sulle piste e si è divertita con mamma e papà sul gommone da neve.  Il comprensorio scende fino a Zoldo e a Selva di Cadore e raggiunge la quota di 2100 m. a Fertazza. I camminatori hanno approfittato per fare il giro del lago di Alleghe per poi salire con l’ovovia ai Piani di Pezzè. Quasi tutti hanno raggiunto Alleghe sci ai piedi lungo la bella pista di rientro nel bosco.

Il terzo giorno, sempre dopo una abbondante colazione, siamo partiti alla volta di Malga Ciapela,  tappa di partenza del nostro tour sciistico. Dopo non poche difficoltà per abbinare il green pass allo skipass, siamo saliti per i 3 tronchi di funivia sulla cima più alta delle Dolomiti a 3342 mt , la Marmolada.  Una visione mozzafiato a 360° sulle cime che la circondano. Dalla Marmolada siamo poi arrivati a S. Cristina, passando per il Passo Padon, poi Arabba salendo al Piz Boè, passando per Canazei, Selva di Val Gardena, seguendo un parte del percorso Sella Ronda.

I camminatori sono scesi a Selva di Val Gardena per seguire il tracciato della vecchia ferrovia ed arrivare fino a Ortisei per poi ritornare a S. Cristina, dove Claudio con il pullman ci aspettava per il ritorno al nostro paesello ben ricaricati da questa agognata gita.  Non è mancato il solito rinfresco che il nostro Mottarello ha gestito alla grande per sostituire il nostro Massy.  Il nostro pensiero in questi giorni è stato costantemente rivolto a lui e ci ha accompagnato per tutto il weekend.